Questo sito usa i cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Le info sulla tua navigazione sono condivise con queste terze parti. Navigando nel blog accetti l'uso dei cookie.

BONUS ENERGIA

SOS TURISTA

SPORTELLO MIGRANTI

VITTIME DELLA STRADA

SPORTELLO TRANS

SOVRAINDEBITAMENTO

SANITA' SALUTE

CRIF

LUDOPATIE

SPORTELLO NOTAIO AMICO

Articoli

INCREMENTO DELLA MORTALITÀ INFANTILE AL CENTRO REGIONALE TRAPIANTI PRESSO L’OSPEDALE MONALDI. BEN 8 I BAMBINI DECEDUTI DAL 2014 IN ATTESA DI TRAPIANTO O TRAPIANTATI!

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Incontro di Federconsumatori con il Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera Specialistica Dei Colli.
Il giorno 20.10.2014, Federconsumatori Campania ed il Comitato genitori dei trapiantati di cuore e trapianti adulti hanno avuto modo di confrontarsi con il Direttore Generale della Azienda Ospedaliera, alla quale fa capo il Centro Regionale Trapianti, circa le gravi criticità nell'organizzazione dell'attività trapiantologica prestata. Due i punti che si sono sottolineati :
1) Tempestività e trasparenza delle procedure d'inserimento nella lista trapianti, con la partecipazione di un pool multidisciplinare all'iter selettivo del paziente candidabile al trapianto;
2) Accesso diretto alla struttura per l'assistenza specialistica ai pazienti presi in carico ;
Perché?
Perché la tempestività è fondamentale per la sopravvivenza del trapiantato, impedendo un peggioramento complessivo delle sue funzioni vitali!
Perchè la trasparenza è fondamentale ad assicurare a famiglie in preda alla disperazione ed al dolore che l'eventuale mancato inserimento od inserimento nelle liste si fondi sulla valutazione medica approfondita da parte di un pool di esperti che si assumono la responsabilità della decisione!
Perché la sussistenza di un pool multidisciplinare è garanzia oltre che di approfondimento del caso clinico anche di contenimento di valutazioni soggettive e discrezionali del singolo nell' inserimento nella lista trapianti!!
Perché l'accesso diretto al Centro garantisce a tali pazienti le competenze specialistiche con la tempestività che il caso richiede e che spesso fa la differenza tra la vita e la morte del paziente!
Perché mai più si verifichi la vergogna degli accessi negati per considerazioni che nulla hanno a che vedere con il giuramento d'Ippocrate!
Questi gli elementi, mancanti, più volte denunciati dal comitato, attorno ai quali è ruotato un tragico e concomitante incremento della mortalità nell'attività trapiantologica infantile.

Lieti di aver ricevuto rassicurazioni dal direttore generale dell'azienda, rimaniamo in attesa di un formale riscontro che costituisca un atto pubblico d'impegno nei confronti dei cittadini-utenti che si sostanzi :
- in misure immediate, temporanee, di "protezione" dei pazienti;
- in un celere avvio di audit d'approfondimento dei singoli casi clinici che faccia chiarezza definitiva su quanto accaduto;
- nella riorganizzazione del'attività trapiantologica nella fase pre trapianto, con regole certe e procedure di selezione dei pazienti approfondite, celeri e trasparenti, tramite un pool medico multidisciplinare;
- nel supporto assistenziale e curativo specialistico con accesso diretto H24 per i pazienti già trapiantati;
- nella redazione, sentite preventivamente le associazioni dei consumatori interessate, ed i comitati, di apposita Carta dei Servizi che compendi i diritti degli utenti del Centro Regionale Trapianti.
Del rispetto degli impegni presi l' Associazione si farà testimone e patrocinatrice non potendo celarsi la personale, viva, e un po' commossa, partecipazione umana a quella grande famiglia che è il Comitato, onorato di poter esserne stato il portavoce, anche a nome del Presidente Regionale di Federconsumatori Rosario Stornaiuolo . Sono queste le cose che rendono bella la professione e che danno forza in tanti momenti di difficoltà.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna