Questo sito usa i cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Le info sulla tua navigazione sono condivise con queste terze parti. Navigando nel blog accetti l'uso dei cookie.

EMERGENZA COVID 19

BONUS ENERGIA

SOS TURISTA

SPORTELLO MIGRANTI

CONCILIAZIONI RC

SOPPRESSIONI EAV

SOVRAINDEBITAMENTO

SANITA' SALUTE

FUSIONE

LUDOPATIE

garanzia

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Acquisti nei locali commerciali
A fronte di un acquisto, i venditori di beni o servizi sono obbligati a rilasciare, al momento del pagamento, lo scontrino o la ricevuta fiscale. 

Fanno eccezione, tra gli altri, le edicole, i cinema, i teatri, i circhi e gli spettacoli in genere, per i quali basta il biglietto.
Se un venditore si rifiuta di rilasciare lo scontrino, ci si deve rivolgere alla Guardia di Finanza.

La vendita dei beni di consumo. La garanzia
Beni di consumo sono qualsiasi bene mobile, anche da assemblare.
•La garanzia per i beni nuovi è valida per 2 anni dalla data di acquisto, documentata dallo scontrino o dalla ricevuta.
•La garanzia per i beni usati può essere ridotta dal venditore, ma comunque deve valere per almeno un anno.
•Il consumatore deve denunciare il difetto al venditore entro 2 mesi dalla scoperta, inviando un telegramma o una raccomandata con ricevuta di ritorno; non sono sufficienti le denuncie fatte verbalmente o al telefono.
 

La garanzia delle auto usate
Come per gli altri beni usati, la garanzia per le automobili usate si estende per un anno dalla data di acquisto. Tuttavia, bisogna fare particolare attenzione alla scheda tecnica che viene fornita all’atto della vendita: in essa sono descritti il grado di usura dei vari pezzi e gli eventuali difetti. Non sono coperti da garanzia i vizi che erano già descritti nella scheda tecnica.

Quindi bisogna leggere attentamente la scheda e farsene rilasciare una copia. Mai firmare una scheda in bianco.