Questo sito usa i cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Le info sulla tua navigazione sono condivise con queste terze parti. Navigando nel blog accetti l'uso dei cookie.

EMERGENZA COVID 19

BONUS ENERGIA

SOS TURISTA

SPORTELLO MIGRANTI

CONCILIAZIONI RC

SOPPRESSIONI EAV

SOVRAINDEBITAMENTO

SANITA' SALUTE

FUSIONE

LUDOPATIE

RC AUTO. IL COMITATO DALLE PROTESTE ALLE PROPOSTE

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

 

Il 15 Marzo 2013 si è costituito il comitato "Rc Auto: dalle proteste alle proposte!", con lo scopo di promuovere delle iniziative concrete volte ad una riforma della Rc Auto in Italia. È sotto gli occhi di tutti il fallimento delle norme attualmente in vigore in Italia: paghiamo la Rc Auto più alta d'Europa ed in vaste zone d'Italia si pagano polizze con premi esorbitanti rispetto al resto del paese. Il comitato è aperto a tutte le associazioni e movimenti che vorranno condividere le azioni che verranno messe in campo per risolvere il problema. Le due azioni che immediatamente saranno promosse sono la diffusione di una Petizione, rivolta al Parlamento Italiano, presentata da Confedercontribuenti, in cui si chiede un intervento urgente per riformare il settore, ed il sostegno alle sei proposte di Legge presentate da Nodisdetta e Federconsumatori Campania, attraverso un appello ai candidati campani, chiedendo a tutti i nuovi Parlamentari di discuterle nel merito. Il comitato, inoltre, avrà lo scopo di diffondere tutte le informazioni riguardanti i diritti dei cittadini, e dare spazio alle iniziative legali che le associazioni aderenti metteranno in campo in difesa dei cittadini per difendere i propri diritti in ambito di Rc Auto.

Il Comitato nasce con questo scopo preciso e mira ad aggregare i cittadini qualunque idea politica dovessero avere: le discriminazioni assicurative sono un problema che riguarda tutti!

Il gruppo Facebook e le altre iniziative che saranno diffuse sul web, saranno sempre improntate alla condivisione degli obiettivi e mai sulla divisione tra chi ha il comune scopo di far cessare definitivamente le discriminazioni territoriali in ambito assicurativo.

LE SEI PROPOSTE

  1. obbligo da parte delle compagnie assicurative di comunicare le statistiche in base alle quali calcolano la tariffa nelle varie province d'Italia;
  2. ulteriore inasprimento delle pene per chi si rende colpevole di frode assicurativa;
  3. tempo di prescrizione per la denuncia di un sinistro ridotto a 15 giorni;
  4. divieto di cessione del credito assicurativo;
  5. approvazione dei decreti attuativi introdotti dalle liberalizzazioni del governo Monti lo scorso anno e ancora fermi;
  6. eliminazione della differenziazione geografica per le tariffe degli automobilisti virtuosi (quelli che non hanno commesso sinistri negli ultimi 5 anni).

 

VIDEO

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna